Geforce RTX 2080: La scheda grafica di nuova generazione

116

NVIDIA ha da poco rilasciato un paio di schede Founders Edition, GeForce RTX 2080 e 2080 Ti, promettendo di inaugurare una nuova era della tecnologia grafica basata sul ray tracing, cioè che permette un’illuminazione realistica delle scene simulando il comportamento fisico della luce. Con questa tecnica di rendering si calcola il colore dei pixel tracciando il percorso che la luce dovrebbe compiere viaggiando dall’occhio dello spettatore lungo la scena virtuale 3D.

RTX_2080

Caratteristiche tecniche della geforce Rtx 2080

Entrambe le schede utilizzano un rivestimento in alluminio rifinito a macchina evitando la possibilità di flessioni. Molte schede personalizzate di fascia alta utilizzano ancora molta plastica, quindi i modelli Founders Edition sono indubbiamente di una qualità più elevata.

NVIDIA ha anche optato per una copertura avvolgente che si estende all’estremità della scheda per formare una piastra di supporto per il PCB. Questo potrebbe rendere la scheda più elegante, in quanto la piastra posteriore su molte schede si presenta come un pezzo completamente separato dalla copertura di raffreddamento.

Inoltre questa risulta essere la prima volta in cui NVIDIA abbandona la classica ventolina di raffreddamento. Al suo posto adesso troviamo due ventole assiali a 13 pale alimentate da un motore trifase che dovrebbero limitare, a detta di NVIDIA, il rumore dalle vibrazioni. Ciò ha portato ad un miglioramento netto delle prestazioni di raffreddamento.

Le schede di Founders Edition sono mantenute fresche da una camera di vapore che copre interamente il PCB. Le camere di vapore sono in realtà uno dei meccanismi più efficienti per il trasferimento del calore, e il calore generato dalla scheda viene alla fine scaricato sulle alette di alluminio che si estendono sul PCB della scheda. Una camera di vapore e un dissipatore di calore più grandi si traducono in una maggiore area superficiale per la dissipazione del calore.

Tuttavia, ci sono alcune differenze di potenza nei circuiti tra GeForce RTX 2080 e 2080 Ti. Il GeForce RTX 2080, che richiede meno energia, è equipaggiato con un alimentatore DrMOS 8-fase iMON, mentre la 2080 Ti ha un design a 13 fasi più robusto.

 

Un funzionamento all’avanguardia

NVIDIA afferma che entrambe le schede utilizzano un nuovo sistema di gestione della potenza dinamico in grado di monitorare e controllare la corrente al di sotto del millisecondo, che consente all’alimentatore di regolare più strettamente il flusso di energia verso la GPU. Una caratteristica interessante è la possibilità di passare in modo dinamico all’utilizzo di meno fasi di alimentazione quando il sottosistema di alimentazione non è completamente caricato.

Meno fasi di alimentazione sono migliori con carichi di corrente bassi, quindi questo consente all’alimentazione di funzionare al massimo dell’efficienza quando la scheda non funziona così intensamente e si alza solo quando la situazione lo richiede. Inoltre, la GeForce RTX 2080 ha un alimentatore a due fasi dedicato alla memoria GDDR6, mentre la GeForce RTX 2080 Ti presenta un design trifase.

Le schede sono, poi, dotate di un connettore HDMI 2.0b e tre uscite DisplayPort 1.4a che possono portare il display fino ad una risoluzione di 8K a 60Hz. Sono dotate anche di una porta USB-C che supporta VirtualLink, una modalità alternativa USB-C che consente l’alimentazione, i video e i dati necessari per alimentare gli auricolari di realtà virtuale da consegnare su un singolo cavo e connettore USB-C.

Ti suggeriamo queste letture

QUALCOMM SNAPDRAGON 855

Intel Xeon W-3175X

  • Resta aggiornato sul mondo del TECH consulta il nostro archivio CLICCA QUI

Articoli Correlati



SHARE