Disney+

148

Già da diversi mesi si vocifera sul nuovo progetto della Disney, destinato a creare e lanciare in grande stile la propria nuova e innovativa piattaforma in streaming, provocando non pochi timori in colossi del settore, quali Netflix, al momento ancora leader incontrastato nello streaming casalingo con un’offerta di titoli davvero ghiotta e sempre aggiornata, ma ad oggi minacciato dall’anteprima della nuova piattaforma.

Il servizio di streaming diretto da Disney ha già un nome: Disney +. Il Presidente e Amministratore delegato della Disney, Bob Iger, ha rivelato il nome ufficiale, il logo e i dettagli della nuova piattaforma tramite una telefonata aziendale. Iger ha, inoltre, dichiarato che il servizio sarà in linea per la fine del 2019, dopo che il contratto con la Netflix sarà definitivamente scaduto.

DISNEY PLUS-2

Iger ha anche confermato nuovi dettagli su come funzionerà il servizio, e mentre da un po’ ci rendiamo conto che il servizio includerebbe i principali marchi Disney, Iger ha rivelato che il contenuto si baserà su cinque hub all’interno del servizio: Disney, Marvel, Star Wars, Pixar e National Geographic.

Per Vulture, ciascun hub fungerà da micro-piattaforma sul servizio, con design e funzionalità personalizzati per ciascuno dei brand.

Non è una funzionalità particolarmente originale, ma è in netto contrasto con l’algoritmo utilizzato per la scelta dei contenuti e delle categorie su Netflix, il grande servizio di streaming della Disney.

Gli utenti di Netflix si sono lamentati a lungo di quanto spesso i film fossero sepolti o dispersi nella homepage e, perciò, il modello Disney+ promette la possibilità di un’esperienza utente superiore.

Inoltre, Iger ha confermato la serie Loki, che vedrà protagonista Tom Hiddleston come il personaggio preferito dai fan originato nell’Universo Cinematografico Marvel.

Ha anche annunciato la seconda serie live-action della piattaforma dopo The Mandalorian di Jon Favreau, una sorta di prequel di Rogue One incentrata su Cassian Andor di Diego Luna.

Il lancio potrebbe essere destinato all’anno prossimo, ma la Disney ha già un sacco di contenuti in fase di sviluppo per il servizio: oltre alla serie Star Wars e Marvel, la parte che riguarda i contenuti televisivi sta pianificando una serie traendo spunto da High Fidelity (con Zoe Kravitz, la figlia dell’adattamento cinematografico Lisa Bonet) e The Mighty Ducks, oltre a una serie animata ambientata nel mondo di Monsters, Inc. Nel regno del film, Disney ha messo in fila la commedia natalizia Noelle (con Anna Kendrick), un adattamento live-action di Lady and the Tramp, Don Chisciotte scritto da Billy Ray (Capitan Phillips), The Paper Mago, Stargirl e Togo, tra molti altri.

I dettagli riguardanti i prezzi, gli abbonamenti, la data di lancio, e molto altro devono ancora essere rilasciati e Iger ha promesso che si terrà un evento per gli investitori nell’aprile del 2019 per avere maggiori informazioni.

Sul sito della Dinsey + è possibile trovare una sezione in cui si può inserire la propria email a cui verranno inviati tutti gli aggiornamenti che ci saranno riguardo questa nuova piattaforma.

Al momento la Disney è forse l’unica azienda che ha tutti i mezzi per tenere testa a Netflix, e per quanto riguardo il costo dell’abbonamento, a detta di Iger, agli inizi sarà inferiore e più economico rispetto a Netflix.

  • Resta aggiornato sul mondo del TECH consulta il nostro archivio CLICCA QUI

Articoli Correlati



SHARE