Apple Smartwatch, Hardware, autonomia e prezzo

143

Gli Apple Smartwatch sono uno di quegli oggetti elettronici che hanno fatto esplodere fuoco e fiamme, perché come direbbe il nostro caro e vecchio amico catullo “Odio et Amo”. C’è chi li ama e c’è chi li odia. Chi odia l’Apple Smartwatch lo fa per due motivi principali, prezzi altissimi ed un prodotto poco completo. Chi lo ama sono indubbiamente gli appassionati Apple, nel quale riescono a trovare un vero e proprio oggetto da spremere fino in fondo, il quale riesce a far emergere tutte le sue potenzialità. Il suo lancio risale al 2005 e da allora è sostanzialmente rimasto invariato, pochissime le migliorie apportate. Per questo Watch series 4 è una grossissima novità.

Apple Smartwatch

Apple Watch Series 4

Iniziamo dalle basi, ovvero dalla confezione. All’interno del box troviamo l’orologio, il cavo e la base per la ricarica magnetica ed in una seconda scatola il nostro secondo cinturino a scelta. Quindi una classicissima confezione di uno smartwatch Apple. Anche nel design non troviamo differenze, infatti il quadrante appare sempre come un rettangolo senza angoli, o meglio dagli angoli arrotondati, che ricorda vagamente l’aspetto di una pietra. La prima novità è che lo smartwatch Apple di quest’anno ha pochissimi millimetri di margine, così da sfruttare a pieno lo schermo.

Un altra novità sta nelle dimensioni, infatti questo nuovo modello ha il quadrante leggermente più grande, si passa da 40 cm a 44 cm, ma resta compatibile con tutti i cinturini delle precedenti versioni. È perfettamente costruito ed è dotato di due tasti, uno lungo e piatto e uno sotto forma di corona circolare che può essere ruotata per vari scopi, ma principalmente per scorrere nei menù. Il fondo è in ceramica e cristallo zaffiro, mentre l’intero orologio è costruito per garantire resistenza all’acqua fino a 50 metri di profondità. Il tutto in un corpo adesso un po’ più sottile.

 

Hardware

Parlare di hardware per uno smartwatch non è semplicissimo, ma questo orologio smart Apple ci da molto di cui parlare.

Il processore è un nuovo Apple S4 dual core, accompagnato da un chip wireless Apple W3 che abilita il supporto al Wi-Fi (purtroppo a monobanda), al Bluetooth 5.0, al GPS assistito da GLONASS e Galileo e nella variante Cellular anche alle connessioni LTE, utilizzando la e SIM (al momento solo di Vodafone) per portarvi al polso lo stesso numero e lo stesso piano voce/dati del vostro smartphone.

 

Autonomia

Purtroppo questo Apple smartwatch ha una scarsa autonomia, infatti non permette di arrivare a due giorni di carica. Si arriva tranquillamente a un giorno e mezzo di utilizzo ma con una sessione di attività fisica (e quindi GPS) o un po’ di utilizzo LTE, arriverete precisi alla fine della giornata.

 

Prezzo

Il prezzo è abbastanza incisivo, infatti parliamo di 439 euro, e sale per molte versioni anche a 500 – 600 euro, fino ad arrivare al modello lusso di 1579 euro.

Il prezzo è indubbiamente altro per uno smartwatch, soprattutto se comparato ad altri smartwatch, ma è in linea con la politica Apple.

Ti suggeriamo queste letture

Summit 2 Montblanc: Smartwatch per viaggiatori appassionati

Resta aggiornato sul mondo del TECH consulta il nostro archivio CLICCA QUI

Articoli Correlati



SHARE