SAMSUNG GALAXY F: Di cosa si tratta e quali novità

180

La nota azienda coreana, in occasione della Developer Conference 2018, ne ha approfittato per mostrare il primo prototipo dello smartphone pieghevole che a quanto pare verrà chiamato Galaxy F. Oltre ad uno schermo in più che rappresenta la caratteristica principale, il multi-tasking risulta un punto focale dell’azienda. Infatti Samsung, durante la conferenza, ha detto che il cellulare sarà in grado di gestire ed eseguire tre applicazione contemporaneamente utilizzando una funzionalità chiamata “multi-active window” – finestra multi attiva -.

Le immagini mostrate, la forma ed il design potrebbero essere completamente differenti dal prodotto che sarà poi lanciato sul mercato, ma una cosa è certa: Google è già al lavoro per assicurarsi che il sistema operativo Android sia all’altezza della sfida.

SAMSUNG GALAXY F-2

Quando verrà annunciato

La Samsung non ha annunciato una data di lancio chiara ma si aspettano aggiornamenti e addirittura un annuncio all’inizio del 2019 e, secondo alcune fonti, l’azienda coreana lancerà il suo telefono pieghevole nel marzo del prossimo anno. Solitamente Samsung organizza un evento all’inizio dell’anno per annunciare i nuovi telefoni e, come fu per quest’anno dove a febbraio vennero annunciati il Galaxy S9 e S9 plus e rilasciati a marzo, lo stesso potrebbe accadere per il nuovo arrivato.

 

Quanto costerà

Trattandosi di uno smartphone completamente nuovo in termini di design ed esperienza utente che richiede un approccio diverso, il prezzo sarà molto alto e secondo il rapporto di Yonhap il dispositivo potrebbe costare fino a 1.800 euro. Attualmente, lo smartphone più costoso della Samsung è il Galaxy Note 9 che arriva anche ai 1.300 euro, e probabilmente il prezzo del nuovo telefono sarà più alto anche dal momento in cui non ci sono concorrenti eccezionali.

L’unico concorrente che possiamo prendere in considerazione sta comunque piazzando dei prezzi alti: stiamo parlando di una società meno nota chiamata Royole Corporation che ha fatto il suo debutto con FlexPai, uno smartphone pieghevole che parte dai 1.200 euro.

L’obiettivo di Samsung, in ogni modo, è quello di vendere 1 milione di dispositivi pieghevoli.

 

Design e caratteristiche

Il cellulare mostrato alla conferenza assomigliava al concetto di telefono pieghevole mostrato al CES nel 2013 e sembra che Samsung non si sia allontanata molto dal suo progetto iniziale. E’ stato rivelato che il display sarà diagonalmente di 4,6 pollici quando il telefono è piegato e 7,4 pollici quando è aperto. Al posto di uno strato esterno in vetro, il telefono utilizzerà un polimero composito avanzato che è allo stesso tempo flessibile e resistente, completato da una sorta di adesivo pieghevole che consentirebbe di piegare il display senza deformazioni o screpolature causate da uso intenso.

Dopo che quest’anno i notch sono stati utilizzati per quasi tutti gli smartphone, il Galaxy F non inculderà questa caratteristica, per due motivi principali. Prima di tutto la Samsung ha evitato il notch per i suoi dispositivi di quest’anno ed in secondo luogo essi sono usati per alloggiare fotocamere frontali o hardware per il riconoscimento facciale. Dato che avremo un restyling completo, tutte queste componenti potrebbero essere collocate in una maniera del tutto nuova.

  • Resta aggiornato sul mondo del TECH consulta il nostro archivio CLICCA QUI

Articoli Correlati



SHARE