Come proteggere il PC in poche semplici mosse

153

Il pc è ormai il miglior amico dell’uomo, non vi sono più dubbi: ci permette di lavorare in maniera ordinata, semplice e veloce, di avere tutto a portata di click e, se accompagnato da una connessione internet – congiunzione ipotetica ormai poco utile da inserire oggigiorno -, ci dà la possibilità di risolvere una buona percentuale dei nostri dubbi in men che non si dica. Ma proprio per la sua grande capacità di trovare una soluzione per venirci sempre incontro, il nostro PC è facilmente e costantemente soggetto all’azione di virus, malware, spyware, attacchi hacker ed anche danneggiamenti fisici, e per tale motivo va da noi protetto mediante semplici precauzioni da attuare il prima possibile per preservare l’integrità del nostro dispositivo preferito.

Gli accorgimenti da tenere a mente non sono molti, ma è bene prenderli in considerazione tutti e

e verificare, di volta in volta, se il loro funzionamento proceda correttamente o se vi siano intoppi o problematiche di forza maggiore.

Come proteggere il PC

Antivirus, Firewall, Antimalware

Tra le precauzioni in assoluto più importanti da prendere per preservare il buon funzionamento del proprio pc, e la privacy dei propri dati personali, l’installazione di un antivirus, è forse la più importante; prevenire, come sappiamo, è sempre meglio che curare, per tale motivo munirsi di software antivirus fornirà al nostro dispositivo una barriera di protezione che terrà lontano tutto ciò che è in grado di danneggiare il nostro fidato compagno tecnologico. Gli antivirus sono, difatti, dei software specializzati nell’individuazione delle minacce di tipo informatico e permettono di bloccare l’avvio degli stessi, oltre che di ripulirlo dalle minacce esistenti, nel caso in cui il computer sia già stato infettato da virus.

In concomitanza all’antivirus è bene munirsi anche di strumenti di protezione che si occupino di monitorare le attività della rete, impedendo accessi non autorizzati alla stessa e proteggendola pertanto da attacchi indesiderati: tutto ciò è possibile grazie all’utilizzo di un firewall. Tra i più efficienti, si distinguono il Windows Firewall Control (Windows) o il Little Snitch (macOS), i quali presentano alcune funzionalità aggiuntive che permettono di monitorare in maniera semplice ed efficace le attività della rete.

È consigliato, infine, come ulteriore mezzo di protezione, l’utilizzo di un programma che si occupi della protezione spyware e malware, software che spesso sfuggono anche ai più costosi ed efficienti antivirus. Molti sono, infatti, i programmi malevoli in grado di registrare i dati degli utenti e di venderli poi a terzi per scopi pubblicitari, e molti sono anche quelli che agiscono silenziosamente per poi insorgere all’improvviso, causando gravi disagi all’utente e allo stesso dispositivo.

Aggiornamenti e Download dei software

Un consiglio particolarmente rilevante da tenere sempre a mente è, certamente, quello di tenere sia i programmi sempre aggiornati, in modo tale da eliminare le possibili falle di sicurezza causate da software non aggiornati, ma anche il sistema operativo, assicurandosi periodicamente che questo sia ancora supportato.

In ultima analisi è bene fare sempre attenzione a ciò che si scarica sul proprio dispositivo, evitando i download da fonti non sicure, sconosciute, o di dubbia provenienza, poiché potenzialmente contenenti software malevoli. È consigliato, dunque, scaricare i programmi di proprio interesse direttamente dagli store competenti, quali ad esempio, Microsoft Store, Mac App Store, Ubuntu Software, ecc. – in quanto i programmi presenti in questi negozi virtuali vengono controllati prima di essere pubblicati e quindi sono sicuri e affidabili. Se si vuole a tutti i costi scaricare un applicazione da una fonte esterna, o si abbiano dubbi sull’affidabilità di un certo sito internet, importante risulta l’utilizzo di strumenti che permettano di verificare l’attendibilità dello stesso, come ad esempio Virus Total.

  • Resta aggiornato sul mondo del TECH consulta il nostro archivio CLICCA QUI

Articoli Correlati



SHARE